Home

Presentazione

Metodologia

Glossario

Letture di base consigliate

Elaborazione Bilanci

Rating Express

Impairment test attivi creditizi

East European Firms

Info e Contatti
IFRS 9

Impairment Test degli Attivi Creditizi
ITAC

Un modello per le  banche con il metodo standard,
per Consorzi di garanzia e per le imprese

FINALITÀ E DESTINATARI
Itac propone una implementazione “leggera” dell’IFRS 9 per banche che non dispongono di modelli di calcolo dei rating interni, ovvero per le banche che quantificano il capitale di vigilanza secondo l’approccio standard.
Anche per loro si pone il vincolo di una più immediata individuazione delle perdite attese sia ad un anno che life time.
Il modello intende porsi  come benchmark delle pratiche adottate sino ad ora dalle banche e come base di partenza per supportarle nello sviluppo di più sofisticati sistemi interni di calcolo.
Il nuovo metodo comporta l’esigenza di ricalibrare, a livello di singola entità, anche i parametri di rischio di provenienza consortile se si vuole essere in grado di costruire un monitoraggio predittivo tale da ridurre i rischi di deterioramento degli attivi creditizi.
Su richiesta, è disponibile la documentazione informativa e statistica per analisi di backtesting sulle prestazioni del modello stesso.

ITAC offre:
  • una soluzione testata, robusta ed intuitiva per la stima della PD individuale quale base, congiuntamente ai dati di LGD e di EAD indicati dalla banca, per il calcolo della perdita attesa ad un annno;
  • il mapping della PD individuale sulla scala di rating S&P;
  • la segnalazione di cambiamenti della PD , con conseguente downgrading del rating, che comportino un deterioramento del merito creditizio;
  • il calcolo della perdita inattesa di portafoglio;
  • la possibilità di comporre e consultare  portafogli dei soggetti affidati per : branca di attività produttiva; area geografica di localizzazione, livello di rischio;
  • verifiche di stress test su ogni singolo portafoglio, quantificando la variazione della PD media in funzione di situazioni di bassa, media o elevata difficoltà, di natura macro economica, nella quale possono venire a trovarsi gli affidati;
  • un analitico questionario di valutazioni qualitative concernenti la conduzione dell’impresa affidata e le prospettive di continuità;
  • la valutazione, fino ad un arco temporale di sette anni, della probabilità di deterioramento del merito creditizio di singoli strumenti finanziari con scadenza superiore ai 12 mesi e la stima attualizzata degli accantonamenti che potrebbero rendersi necessari.
  • Inoltre, ITAC può essere utili per i Cofidi vigilati, al fine di migliorare la propria percezione dei rischi assunti e per le stesse imprese non finanziarie per prepararsi ai nuovi criteri bancari con i quali saranno valutate per il loro merito creditizio.